Migliaia di api in Australia sono state dotate di minuscoli sensori come parte di un programma di ricerca per monitorare gli insetti, il loro ambiente e per trovare le cause del loro malattie.

Le api svolgono un ruolo vitale per l’uomo, attraverso un servizio di impollinazione fondamentale per l’agricoltura. Ben 5000 sensori, di misura 2,5 millimetri x 2,5 millimetri, sono stati montati sul dorso delle api a Hobart , in Tasmania , come parte di un programma di ricerca di CSIRO. E’ la prima volta che un così grande numero di insetti viene utilizzato per il monitoraggio ambientale .

Migliaia di api in Australia sono state dotate di microsensori per ricerche sulla loro salute.
Migliaia di api in Australia sono state dotate di microsensori per ricerche sulla loro salute. ©CSIRO

” Circa un terzo del cibo che mangiamo si basa su impollinazione , ma le popolazioni di api in tutto il mondo stanno crollando a causa del temuto acaro Varroa e di altre malattie. Fortunatamente , l’Australia è attualmente libera da entrambe le minacce. Grazie a questa tecnologia, ci proponiamo di capire la relazione delle api con il loro ambiente . Questo dovrebbe aiutarci a capire le condizioni ottimali di produttività così come comprendere la causa del collasso delle colonie ”
Paulo de Souza .

I ricercatori possono utilizzare i segnali provenienti dai 5000 sensori per costruire un modello tridimensionale completo e visualizzare come questi insetti si muovono attraverso il territorio .

” Le api sono insetti sociali che restituiscono allo stesso punto e operano su un programma molto prevedibile . Qualsiasi cambiamento nel loro comportamento indica un cambiamento nel loro ambiente . Se siamo in grado di modellare i loro movimenti , saremo in grado di riconoscere molto velocemente quando la loro attività mostra la variazione e identificare la causa . Questo ci aiuterà a capire come massimizzare la loro produttività così come monitor per eventuali rischi di biosicurezza ” , ha detto il dottor de Souza .

Per collegare i sensori , le api sono refrigerate per un breve periodo , per metterle in uno stato di riposo abbastanza lungo a consentire l’applicazione dei minuscoli sensori alla schiena con un adesivo . Dopo pochi minuti , le api si risvegliano e sono pronte a tornare al loro alveare e ad iniziare a raccogliere informazioni preziose .

“Questo è un processo non distruttivo ed i sensori non sembrano avere alcun impatto sulla capacità delle api di volare e svolgere le loro normali funzioni, ” ha detto il dottor de Souza .

Partecipa ai nostri Giveaways!

Potrai vincere i premi che mettiamo in palio ogni mese e riceverai la nostra newsletter.

Riceverai subito una sorpresa, gli avvisi ai concorsi, le promozioni le news direttamente nella tua mail.

Minuscoli sensori aiuteranno a combattere le malattie delle api

Autore 

    Per saperne di più su di me:
  • facebook
  • googleplus
  • linkedin
  • skype
  • twitter

Commenti

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *